Analisi Giornaliera Forex 8 ottobre: Euro, Sterlina, Yen

Non sembra placarsi la protesta ad Hong Kong dove il movimento di protesta si dice molto “deluso” dalla decisione del governo di affrettare i tempi della discussione con una riunione già questo venerdì. La protesta le cui dimensioni superano di gran lunga quelle attese da molti commentatori e analisiti, è la più grande e pacifica mai avvenuta in Cina dai tempi di piazza Tienanmen.

La protesta, scatenata dalla possibilità del governo di Pechino di porre il veto alla nomina degli eletti, è stata letta dai protestanti come irricevibile e lesiva del principio di democrazia con la richiesta a gran voce di indire elezioni veramente democratiche dal 2017. L’attuale protesta, la più grande mai vista nella Cina moderna, sembra essere destinata a propagarsi alle altre province e fomentare tutta una serie di malcontenti e movimenti di protesta generati dalle motivazioni più disparate.

Sarà importante seguire l’evoluzione della situazione cinese, perchè potrebbe cambiare in modo deciso gli attuali equilibri del gigante asiatico.

Il tutto mentre in medio oriente i miliziani dello Stato Islamico entrano a Kobane, la roccaforte curda, e la Turchia invoca a gran voce l’intervento di terra, dopo averlo già richiesto tempo fa. La Turchia violata sarebbbe la porta d’Europa abbattuta.

Market Movers

Alle 7:00 il bollettino mensile della Bank of Japan e alle 7:45 in Svizzera il tasso di disoccupazione è atteso stabile al 3.2% della popolazione attiva e alla ricerca del lavoro, mentre il dato scende al 3.0% per quanto riguarda la popolazione attiva.

Alle 14:15 i nuovi cantieri edilizi in Canada attesi in aumento a 196.0 mila unità rispetto alle 192.4 mila della lettura precedente. Alle 20:00 la pubblicazione dei verbali dell’ultimo FOMC.

Nella notte alle 2:30 in Australia la variazione del numero di occupati dovrebbe mostrare un peggioramento a -30.0 mila unità dal 121.0 mila della lettura precedente per un tasso di disoccupazione atteso in rialzo al 6.2% dal 6.1% della rilevazione scorsa.

EURUSD

Dopo aver recuperato terreno ieri tornando fino verso area 1.2700 (1.2680 high) la moneta unica è tornata nella parte bassa della figura intorno a 1.2630 dove sta scambiando in queste ore. Inaugurazione del trend laterale in vista della pubblicazione dei verbali del FOMC di questa sera o semplice storno tecnico dai massimi relativi, rimane il fatto che EURUSD è entrato ufficialmente in fase sideways (laterale ndr) all’interno del canale compreso tra 1.26 e 1.27, ancorandosi tuttavia al di sopra della parte alta del canale ribassista di medio periodo (grafico) e portandosi verso la parte alta del floor di lungo periodo (area verde). Le dichiarazioni di ieri sera dei membri del FOMC circa la “ragionevolezza di un rialzo dei tassi per metà 2015” non hanno tardato a riversarsi sulla moneta unica anche se tali affermazioni erano già ampiamente scontate dal mercato.

GBPUSD

Il cable subisce meno della moneta unica gli effetti delle parole del membro del FOMC Dudley e rimane nell’area di incrocio di due canali importanti (grafico) rimanendo saldamente sopra 1.6050. Infatti, l’attesa in questo caso è per la riunione della BOE di giovedì che darà maggiori dettagli sulle prossime mosse di politica monetaria e soprattutto offrirà elementi per valutare l’entità e la tempistica della divergenza tra il piano della FED e quello della Bank of England nel rialzo dei tassi: elementi fondamentali per l’evoluzione dei prezzi di GBPUSD.

USDJPY

Il bollettino economico della Bank of Japan rivela l’intenzione da parte dell’istituto di Tokyo di studiare velocemente una exit strategy dal programma di quantitative easing che, insieme ad altri fattori, ha abbattuto lo yen giapponese con ingenti danni economici per alcuni segmenti del mercato. Dopo le due tappe a 110 e quelli che ora si profilano come interventi diretti da parte dell’istituto presieduto di Kuroda che nella scorsa settimana e all’inizio della corrente sono riusciti a riportare la valuta nipponica intorno a 108, lo yen ha ripreso terreno riportandosi su 108.30 nelle prime ore di contrattazione di oggi. Il nostro canale rialzista di medio periodo (grafico) ha fornito un buon supporto, ma l’intenzione della BOJ non va presa sottogamba.

 

Ava Capital Markets Ltd (“AVATRADE EU”) is regulated by the Central Bank of Ireland

Vai al sito ufficiale

 

Segui gli aggiornamenti di questo blog
dalla tua mail

Iscriviti alla newsletter di Eurocrisi.it

Grazie per l'iscrizione.

Qualcosa è andato storto, riprova.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Segui gli aggiornamenti di questo blog
dalla tua mail

Iscriviti alla newsletter di Eurocrisi.it

Grazie per l'iscrizione.

Qualcosa è andato storto, riprova.